La costruzione di un Festival. Il bilancio 4

La costruzione di un Festival non finisce con l’ultimo evento e nemmeno con la festa degli animatori, dove il margarita scorre a fiumi e i muscoli iniziano a rilassarsi. La costruzione di un Festival finisce con la valutazione dei risultati, con le considerazioni su quello che ha funzionato e quello che proprio no, con l’elenco ...

io non mi diverto più 29

Io non mi diverto più. Sono dieci anni, anzi undici, che sono nel Cicap e sono undici anni che vedo la gente ridere delle bufale, dei complotti, di questo che dice questa scemenza e di quell’altro che va a pontificare su quell’altra. L’ho fatto anche io e mi capita, ogni tanto, di farlo ancora. Mi ...

l’abbiamo domato quel dannato inferno 10

Giacca o camicia? Uhm, no, meglio la giacca che poi altrimenti i prof non ti considerano. Si, però il tailleur è troppo, è pur sempre una manifestazione organizzata da ragazzi. Ok, allora giacca, ma con i jeans. Si, dai, jeans, giacca e scarpe basse che metti che c’è casino e bisogna correre. E mentre sceglieva che ...

quel che nell’inferno dell’informazione non è inferno 1

“Io penso che gli scienziati debbano smetterla di lamentarsi per il cattivo giornalismo e debbano invece iniziare a pretendere un ottimo giornalismo”. L’ha detto Marco Cattaneo a Erice al corso internazionale di giornalismo scientifico centrando in pieno il punto. L’aveva detto in un altro modo Calvino nelle Città invisibili, cercare e saper riconoscere chi e ...

a me mi ha salvato la fiducia. O di staminali e complotti 31

Sono giorni che la divagatrice guarda e legge servizi sul caso Stamina. Sono giorni che riceve mail in cui le si chiede di “far qualcosa”. Scrivono a lei, scrivono al CICAP, scrivono a Query. E sono giorni che si fa male leggendo i commenti su Facebook che augurano le peggio cose agli scienziati. E sono ...

divagatrice in climateland 1

Casa, insolitamente grande, della divagatrice. Tardo pomeriggio. Chini sui numerosi computer portatili ci sono la divagatrice stessa, il Direttore, il Prof Sentimento Cuorcontento, l’ingegner Ferrero, il marinaio, il divagatore, l’amica omonima della divagatrice e la neuroscienzata. La divagatrice prende in mano le bozze e scuote la testa. “Non ci siamo, non ci siamo. Fa schifo. ...

stornello di Natale 3

E’ un Natale strano e lo è da qualche mese. Cioè, è da qualche mese che la divagatrice sente di vivere in un periodo strano. Qualche sera fa col marinaio siamo andati a vedere Quella volta lì avevo venticinque anni un inedito di Gaber/Luporini e interpretato da Bisio. Come molti spettacoli di Gaber anche questo ...

noi, l'Iran e la libertà di stampa 4

La divagatrice ieri è stata alla manifestazione torinese per la libertà di stampa. Lì, tra una chiacchera e l’altra, si è trovata a dire che il viaggio in Iran è servito, tra le altre cose, a comprendere a fondo l’importanza dell’informazione. Ma dovevi andare fino a là per capirlo? In un certo senso sì. Perchè ...

Iran, nessun reporter tutti reporter 1

La divagatrice è quasi senza parole e chi la conosce sa che è un evento piuttosto raro. Non mi aspettavo che, in Iran, le cose prendessero la piega che hanno preso. Non ero pronta a vedere i video delle rappresaglie notturne o degli spari sulla folla. Non ero pronta a vedere i ragazzi morire dissanguati. ...

non è neanche avere un'opinione 1

“C’è una canzone di Giorgio Gaber che dice “libertà è partecipazione”, noi oggi a Torino e Firenze, abbiamo dato una prova di democrazia partecipando, a questa giornata e siccome, oggi è anche il 25 aprile, questa partecipazione ha, per così dire, un valore doppio.” A parlare è un Corrado Augias visibilmente commosso, alla fine di ...