pasticcio al salmone (transgenico) – la ricetta 1

Nell’estate del 2004 la divagatrice ha passato cinque settimane a zonzo fra Norvegia, Svezia e Finlandia, con uno zaino sulle spalle e la tessera dell’inter rail in tasca. Lì, in quei posti scontrosi come lei, si è innamorata della marmellata di lamponi artici, delle polpette di alce e dei paninetti dolci, ha assaggiato non senza sensi di colpa la carne di balena per scoprire che assomiglia al bue affumicato, è stata al museo della scatoletta di sardina e ha fatto scorpacciate di salmone in tutte le sue forme e misure. E proprio da quei giorni e da quella vita lì arriva la ricetta del pasticcio al salmone.

Ingredienti (per 4):

- 200 grammi di salmone (transgenico o no) affumicato
- 7 uova
- 2 cipolle bionde
- 40 grammi di buvvo
- pepe nero

Come si fa:

Scaldate metà del buvvo in una padella e aggiungeteci le cipolle tagliate a fettine sottili. Fate rosolare (ma non bruciare che sennò fa schifo) e aggiungete il salmone tagliato a pezzetti. Sbattete leggermente le uova e versatele in padella mescolando finché non iniziano a formarsi i grumi. Metteteci l’altra metà del buvvo e continuate a mescolare a fuoco spento. Dovrebbe diventare cremoso. Alla fine una spolverata di pepe e si mangia con il pane di segale o con i bagels o con quel che volete.

Ok, non è niente di che, lo ammetto. Ma 1. se comprate il salmone ciccione transgenico poi non potete fare troppo i sottili e 2. immaginate di mangiarlo sul terrazzo del ristorante del campeggio alle Lofoten al tramonto che non c’è dell’estate scandinava, con la spiaggia bianca di Ramberg sotto e il Mar Glaciale Artico di fronte. Son cose.

One comment on “pasticcio al salmone (transgenico) – la ricetta

  1. Pingback: castelli romani

Leave a Reply